L’eresia di Pasolini

Eretico e incivile
perseguitato in vita
e scandaloso nella morte annunciata

Gianni D’Elia
L’eresia di Pasolini
L’avanguardia della tradizione dopo Leopardi
le Stellefilanti luoghi letterari

Profeta indifeso, disilluso e incivile, perché quella era l’unica forma possibile di coscienza civile, Pasolini si è esibito come testimone autentico dell’epoca in cui viveva. Questo scrittore scomodo si può rimuovere, svilire, calunniare. Gianni D’Elia fa rivivere invece Pasolini nella sua altissima integrità: il poeta dialettale e “poematico” in lingua, il saggista, il narratore e l’autore del “teatro di parola” e del “cinema di realtà”. Gli ampi reperti di questa rilettura “totale” mirano soprattutto a distruggere l’opera di restaurazione o epurazione in atto. Si assiste così a una rivisitazione appassionata di testi e idee, accompagnata da una puntuale iconografia del “nini muàrt”.

acquista online L’eresia di Pasolini

gli economici

:::

:::
a proposito di Pier Paolo Pasolini nel catalogo effigie

:::

Roberto Citran nei panni di Giorgio Steimetz autore di Questo è Cefis incontra Pier Paolo Pasolini, interpretato da Massimo Ranieri, nel film La macchinazione

:::
casa editrice effigie il catalogo

Annunci

Tag: , , , , , , ,