Diario di guerra

novembre 2017

Carlo Milani
Diario di guerra
il Regisole

Questo Diario di guerra narra l’esperienza d’un giovane della piccola borghesia, cattolico fervente e quindi votato alla pace, che fermamente e virilmente accettò e compì il suo dovere di soldato, comprendendo il senso e infine la grandezza di quanto era stato chiamato a fare. In queste pagine non si trovano quei piagnistei che una pubblicistica generalmente postbellica e ideologica attribuisce ai nostri soldati. Combattente nella Grande guerra, Carlo Milani venne assegnato come aspirante ufficiale al battaglione “Monte Spluga”. Giunse in linea nell’agosto 1917 sul Monte Ortigara, quando s’era da poco conclusa la gigantesca battaglia in cui il reparto, con 24 ufficiali e 636 soldati, aveva registrato il tragico primato delle perdite sofferte dal 5° Reggimento Alpini. Tornato a casa, letteralmente senza un quattrino, Carlo Milani trovò poi un primo impiego in una banca locale, dividendo il lavoro con una intensa partecipazione alla causa cattolica, che si esprimeva allora negli “oratori”, cioè nell’attività ricreativa e, come si diceva, formativa, dei giovani.

:::
acquista Diario di guerra su ibs.it «

:::
Carlo Milani (1895-1951) Consigliere comunale per la Democrazia cristiana nelle prime libere elezioni, fu prima vicesindaco e poi sindaco di Pavia. Affetto da grave cardiopatia, si spense cinquanteseienne nel 1951. Gli venne conferita la medaglia d’oro di pubblica benemerenza in quanto: «Studioso di storia locale e probo cittadino, sindaco della città dal 1948 al 1951. A lui si deve il risanamento delle civiche finanze, depauperate in conseguenza degli eventi bellici».

Hudajuzna. Scioglimento dl Battaglione Monte Spluga.
Al centro il comandante capitano Alfredo Battaglia;
a destra, in piedi, il tenente Carlo Milani.

[in copertina: Carlo Milani, Tenente nel V Reggimento Alpini, Battaglione “Monte Spluga” nella Grande guerra]

:::
La Nota al diario è di Mino Milani (Pavia, 1928), figlio di Carlo. Scrittore di storia, e di storie d’amore e d’avventura, presso Effigie ha pubblicato il libro di memorie Il mio cielo d’oro (2004); i romanzi gotici La cagna del ponte (2005), La casa di via Robolini (2005) e Via Pietro Azzario 20 (2009); il thriller Cuccare chi (2010) nonché le inchieste del commissario Ferrari: Il vampiro (2006), La ricamatrice (2006), Un’altra sconfitta Ferrari (2007), Dopo trent’anni (2008), La donna che non c’era (2011), Come fu (2012), L’annegata di Borgobasso (2013), Storia ingrata (2015) e Il castello (2016), cui seguirà la pubblicazione dell’intera serie. Milani è anche autore di Risorgimento pavese (2011), Storia di Tundra. Vita avventurosa di Tiziano Marchesi (2012), Storia avventurosa di Pavia (2014); e della nuova edizione di Margherita Cantarana.

:::
acquista Diario di guerra su ibs.it «

:::
casa editrice effigie il catalogo

Annunci