L’albero del romanzo

gennaio 2019

Massimo Rizzante
L’albero del romanzo
Un saggio per tutti e per nessuno
Saggi e Documenti

La critica letteraria in forma di saggio e di meditazione personale sembra scomparsa. Massimo Rizzante ci ricorda che per tornare a essere radicali bisogna esplorare le radici; che la Storia non può essere sostituita dalla cronaca e che i suoi frutti letterari, considerati i décalage che esistono tra le diverse parti del mondo – e la coesistenza di diversi gradi di civiltà – possono nascere nei luoghi più segreti.
Se il romanzo è un albero, il romanziere, tuttavia, non aspira a coltivarlo. Non aspira al giardinaggio. Quel che desidera è appartenergli. Ogni nuovo ramo dell’albero del romanzo, infatti, è una misteriosa messa in discussione della sua genealogia.

Massimo Rizzante (1963) è poeta, saggista, traduttore. Insegna all’Università di Trento. Presso Effigie ha pubblicato la raccolta di poesie Scuola di calore (2013). Tra i lavori di saggistica ricordiamo Non siamo gli ultimi – vincitore del Premio Dedalus (2009), Un dialogo infinito (2015) e Il geografo e il viaggiatore (2017).

:::
casa editrice effigie il catalogo

Annunci