I presupposti del disabitare

marzo 2019

Gianni Zampi
I presupposti del disabitare
le Ginestre

Il poeta pare inizi a traghettare la sua poesia verso un sentimento di paura
in un’ambientazione che si pone sulla sponda
del naufragio estremo

Giuseppe Ungaretti partiva dall’assunto che nell’arte, da Eschilo a Dostoevskij, «il dramma infurierà sempre alle origini dell’essere» e che «il dono degli artisti veri sarà quello di riuscire a dissimulare questa forza, come la grazia della vita nasconde lo scheletro».
Un documento della più alta poetica del Novecento che appare ancora valido quando leggiamo le poesie di Zampi.

Gianni Zampi vive ad Arezzo.
È stato redattore della rivista di poesia “Titus” (1984-1992).
Nel 2013 ha pubblicato per Italic-Pequod la raccolta Qui è sempre inverno.

:::
casa editrice effigie il catalogo

Annunci