Tutte le altre rose

giugno 2021

Davide Ferrari
Tutte le altre rose
le Ginestre

una parola buna da varcà
tüt i cunfìn d’la storia, una reliquia
sula, bütà ad surpresa me una rösa
c’la düra mila an in una prösa
.

una parola capace di varcare
tutti i confini della storia, una reliquia
sola, germogliata di sorpresa come una rosa
che duri mille anni in un’aiuola.

In queste poesie l’anima di Davide Ferrari affronta, non il racconto di una rosa, ma quella che nasce dentro di lui.
Cosa sboccia nel profondo del poeta quando il fiore gli dice qualcosa?
Si abbandona al segreto della rosa e ascolta come è espressivo il suo esporre la natura del suo essere. In quest’opera è il senso di umanità che colpisce, insieme all’attenzione, all’osservazione e all’ascolto del fiore.
Ogni poesia è come un sogno dove il poeta entra nel segreto dell’anima della rosa e al lettore non resta che abbandonarsi alla musica dei versi. Il dialetto aiuta la natura a farla sentire viva, aiuta la rosa a sbocciare (Franco Loi)

In copertina: fotografia (Lorenzo De Simone)

Davide Ferrari (Pavia, 1983) è attore, regista, autore.
Tra le sue pubblicazioni: il poemetto Eppure c’è una meta per quel fiato di universo (Subway Edizioni, 2014), vincitore per l’Italia del concorso internazionale Pop Science Poetry organizzato dal CERN di Ginevra; la silloge Dei pensieri la condensa (Manni, 2015), scritta in dialetto pavese con prefazione di Franco Loi e vincitrice del Premio Nazionale Giuseppe Tirinnanzi 2016.
Nel 2018 traduce insieme a Jurga Po Alessi il libro di poesie All’asinello sordo (Effigie) del poeta lituano Donaldas Kajokas.
Scrive con Corrado Del Bò, Massimo Bocchiola e Andrea De Benedetti Juventus FC 1897. Le storie (Hoepli, 2020).
Conduce laboratori di teatro e scrittura creativa per adulti e ragazzi, e con i detenuti della Casa Circondariale di Pavia, Monza e Voghera, dove dirige la compagnia “Maliminori”.
Ha partecipato a reading e tournée in Italia e all’estero.


:::
casa editrice effigie il catalogo