Posts Tagged ‘Carla Benedetti’

Frocio e basta

15 aprile 2016

effigie giovannetti pasolini

Carla Benedetti · Giovanni Giovannetti
Frocio e basta
Pasolini Cefis e i capitoli mancanti di Petrolio
il Regisole saggistica

Questo libro racconta il doppio depistaggio che si è dispiegato attorno all’omicidio di Pasolini: uno volto a sviare le indagini, l’altro a tenere nascosti alcuni contenuti-chiave di Petrolio, il romanzo che Pasolini stava scrivendo quando fu ucciso.
Quel brutale massacro resta perciò uno dei buchi neri nella notte repubblicana e una delle vergogne della cultura italiana, che per tanti anni ha accreditato la ricostruzione ufficiale del delitto.
Pasolini viene ucciso probabilmente per la medesima ragione del giornalista Mauro De Mauro, fatto sparire nel 1970. Erano andati entrambi troppo vicino alla verità sull’omicidio di Mattei e si preparavano a divulgarla, accusando Eugenio Cefis, successore di Mattei alla presidenza dell’Eni e presunto fondatore della P2.
Pasolini fa di Cefis un personaggio centrale di Petrolio, che incarna in modo esemplare la «mutazione antropologica della classe ominante» e l’avvento di quel nuovo Potere finanziario e multinazionale che ci ha condotti alla cattiva società di oggi, corrotta e di ceto.
Egli intendeva inserire nel cuore del romanzo alcuni discorsi di Cefis, che avrebbero raccontato con chiarezza ciò che stava accadendo in Italia.
Quei discorsi erano tra le carte di Petrolio, ma i curatori dell’edizione postuma non hanno ritenuto opportuno inserirveli.
Come l’appunto intitolato Lampi sull’Eni, forse mai scritto da Pasolini, o forse fatto sparire, anche quei discorsi sono un capitolo mancante di Petrolio, un’importante chiave di lettura che è stata occultata. Li potrete leggere in questo libro, messi in risonanza con l’altra storia d’Italia, quella coperta, e con le opere e la critica civile dell’ultimo Pasolini.

:::
acquista Frocio e basta [2016] su ibs.it «

Alessandro Mezzena Lona, “Il Piccolo” 27 giugno 2016

:::
a proposito di Pier Paolo Pasolini nel catalogo effigie

:::

Roberto Citran nei panni di Giorgio Steimetz autore di Questo è Cefis incontra Pier Paolo Pasolini, interpretato da Massimo Ranieri, nel film La macchinazione

:::

Carla Benedetti insegna Letteratura italiana contemporanea all’Università di Pisa.
Tra i suoi libri, Pasolini contro Calvino (Bollati Boringhieri 1998), L’ombra lunga dell’autore (Feltrinelli, 1999), Il tradimento dei critici (Bollati Boringhieri 2002), Disumane lettere (Laterza,2011) e Oracoli che sbagliano, con Maurizio Bettini (Effigie 2016).

:::
Giovanni Giovannetti nel catalogo effigie

:::
casa editrice effigie il catalogo

Oracoli che sbagliano

19 febbraio 2016

Un dialogo sugli antichi e sui moderni.
Modi di pensare e di agire che crediamo superati ma che hanno ancora un valore per noi oggi.

Carla Benedetti · Maurizio Bettini
Oracoli che sbagliano
Un dialogo sugli antichi e sui moderni
i Fiammiferi

C’è qualcosa nelle antiche civiltà greca e romana che può avere un valore per noi oggi? Da questa domanda si avvia il dialogo tra Maurizio Bettini, studioso del mondo antico, e Carla Benedetti, studiosa del mondo contemporaneo. Sotto gli alberi del campus dell’università di Berkeley passano in rassegna modi di pensare e di agire che l’evoluzione moderna ha scartato, ritenendoli superati. Eppure potrebbero aiutarci a correggere le nostre mentalità, in apparenza più evolute, o forse soltanto più irrigidite e astratte. Si mettono a confronto gli oracoli e i sondaggi; l’onirocritica e la psicoanalisi, con i loro modi opposti di leggere i sogni; la pluralità degli dèi e il dio esclusivo dei monoteismi, causa di conflitti che gli antichi non conoscevano; cosa sia per noi la depressione e cosa fosse per i romani. Si parla di natura umana, che per noi è immutabile, mentre era molto più fluida per gli antichi, tanto da ammettere la metamorfosi. Queste e tante altre potenze dimenticate si riaffacciano con intatta freschezza, offrendoci prospettive inattese e benefiche.

:::
acquista Oracoli che sbagliano su ibs.it «

Una studiosa di letteratura moderna, uno studioso del mondo antico, tre mattinate trascorse in conversazione nel campus di Berkeley, con davanti un registratore acceso e sotto la forte e diafana luce californiana, una domanda importante, di quelle che di solito si fanno un po’ per dovere, senza ascoltare con attenzione, con fame, la risposta: nella civiltà greca e romana c’è qualcosa che possa avere valore anche per noi?
La risposta è mille volte sì, a patto di tener viva la distanza che ci separa da essa (e non trasformare l’Iliade in una partita di football americano). Dal tradurre (o meglio, dal vertere) alla «de-naturalizzazione dei pregiudizi», dal culto d’oggi per le identità alla più felice «polimorfosi» degli antichi, passando per politeismi e monoteismi, da Big Sur fino al Messico dei missionari, dai «barbari» agli «stranieri» contemporanei, questo è tra i libri più fecondi usciti negli ultimi mesi, una meditazione continua. Da non perdere. [Tommy Cappellini, “Corriere del Ticino”, lunedì 18 apriLe 2016]

:::

Carla Benedetti insegna all’Università di Pisa. Tra i suoi libri, Pasolini contro Calvino (1998), L’ombra lunga dell’autore (1999), Il tradimento dei critici (2002), Disumane lettere (2011) e, con Giovanni Giovannetti, Frocio e basta. Pasolini, Cefis e i capitoli mancanti di Petrolio (2016).

Maurizio Bettini insegna all’Università di Siena. Tra i suoi libri, Il ritratto dell’amante (1992), Voci (2008), Vertere (2012), Elogio del politeismo (2014) e i romanzi In fondo al cuore, Eccellenza (2001), Le coccinelle di Redún (2004), Con l’obbligo di Sanremo (2013).

:::
casa editrice effigie il catalogo

Carla Benedetti

15 ottobre 2013

Frocio e basta [2016]
Pasolini, Cefis e i capitoli mancanti di Petrolio
(con Giovanni Giovannetti)
il Regisole saggistica

Frocio e basta
(con Giovanni Giovannetti)
i Fiammiferi [FUORI CATALOGO]

Oracoli che sbagliano
Un dialogo sugli antichi e sui moderni
(con Maurizio Bettini)
i Fiammiferi

·
Carla Benedetti insegna Letteratura italiana all’Università di Pisa.

:::
a proposito di Pier Paolo Pasolini nel catalogo effigie

:::

Roberto Citran nei panni di Giorgio Steimetz autore di Questo è Cefis incontra Pier Paolo Pasolini, interpretato da Massimo Ranieri, nel film La macchinazione

:::
casa editrice effigie il catalogo

Il vitello d’oro

14 ottobre 2013

È la resa al vitello d’oro, è la sua adorazione che ci ha portato al punto in cui siamo. Tutta la vita umana e le sue strutture, fisiche e mentali, personali e sociali, hanno di fronte a sé in questa epoca – come loro primo e ultimo idolo – un vitello di fango che luccica come un vitello d’oro.

Aa. Vv.
Il vitello d’oro
Il primo amore giornale di sconfinamento n.3

in questo numero
.
Antonio Moresco Appunti sull’idolatria di questa epoca
Carla Benedetti Il vitello d’oro
Tiziano Scarpa Le scarpe delle donne e il consumismo inconsumabile
Serge Latouche La decrescita
Irene Campari Denti di ferro
.
Orbite
Anna Ruchat Sgangherata Sissi
Antonio Moresco Lettere al Papa e ad Elizabeth Taylor
Roberto Michilli Oggetti preziosi
Tiziano Scarpa Il design e il riposo ermeneutico
Andrea Tarabbia Le macerie
Maria Moresco Lev Sestov. La lotta contro le evidenze
Franco D’Intino Leopardi o l’automobile: dello stupore
Sergio Baratto Herbert. Inno agli uomini che muoiono in piedi
Mariella Mehr Lettera alla madre
Antonio Moresco Zingari di merda
Laura Eduati Guerra tra poveri
.
A voce
Carla Benedetti Conversazione con Giuseppe Bartolini
.
La fascia di Kuiper
Tiziano Scarpa, Biennale e Documenta
Anna Ruchat, Topografia dell’indicibile
Paola Quadrelli, Il mondo mutato
Elio Grasso, Ripensando alla poesia
Roberta Salardi, Post-Edipo
Sabrina Ragucci, Non avrei più paura
Francesco Venturi, Trovatori
Silvio Bernelli, La macchina degli abbracci
Anna Ruchat, Michele Ranchetti

[acquistabile direttamente in casa editrice]
.

1. La rigenerazione
2. Il dolore animale
3. Il vitello d’oro
4. La fabbrica della cattiveria
5. Che fare?
6. Il miracolo, il mistero e l’autorità
7. Tribù d’Italia
8. Le opere di genio
9. L’adorazione

:::
Antonio Moresco nel catalogo effigie

:::
casa editrice effigie il catalogo

Tribù d’Italia

14 ottobre 2013

Se guardiamo le cose in superficie, tutto sembra perduto nell’Italia di questi anni. Ma se proviamo a guardare cosa c’è sotto la superficie, ci capita continuamente di incontrare delle persone inaspettate che cercano di rendere possibile la vita e di creare tessuto connettivo in una situazione così devastata, che non si piegano, che non si arrendono, che riescono non si sa per quale miracolo a mantenere la propria umanità e libertà, che cercano di andare da un’altra parte. Bisogna ricominciare da qui, dalle persone che si riconoscono e che si mettono a sedere attorno allo stesso fuoco.

Aa. Vv.
Tribù d’Italia
Il primo amore giornale di sconfinamento n.7

in questo numero
.
Antonio Moresco Tribù d’Italia
.
Castiglioncello, 17 ottobre 2009 Racconto
Massimo Paganelli – Antonio Moresco – Werner Waas – Sergio Bonriposi – Mariangela Gualtieri – Maria Pace Ottieri – Anotnio Cafier – Serena Gauidino – Thomas Emmeneger – Lara Franzoni – Bruna Gambarelli – Franco Arminio – Elda Martino – Marco Baliani – Clara Orsolini – Carla Benedetti – Carla Peirolero- Riccardo Tordoni – Claudio Puccinelli – Massimo Tesei – Enrico Santus – Lea Melandri – Daniela Bertelli – Daniela Cuomo – Elena Guerrini – Giorgio Zorcù – Fabio Biondi – Graziano Graziani – Gabriele Falagiani – Gigi Gherzi – Paolo La Valle – Maria Morganti – Cristina Palumbo – Pietro Florida
.
Castiglioncello, 18 ottobre 2009 Contagio
Tiziano ScarpaAntonio Moresco – Marco Baliani – Roberta Salardi – Lea Melandro – Andrea Tarabbia – Carla Benedetti – Mariangela Gualtieri – Franco Arminio – Elena Guerrini – Carla Peiroleiro – Werner Waas – Paolo La Valle – Bruna Gambarelli – Lucilla Serri – Sergio Bonriposi – Clara Orsolini – Serene Gaudino – Federico Teani – Riccardo Tordoni – Enrico Santus – Victorine Potuliwosa – Simone Nebbia – Daniela Cuomo – Thomas Emmeneger – Graziano Graziani – Daniela Bertelli
.
Laura Larmo Davanti alla fabbrica
.
La fascia di Kuiper
Giovanni Giovannetti, Razzismo, xenofobia, romofobia
Claudio Bellinzona, Roma
Luigi Metropoli, Non è un Paese per poveri
.
Denis
Giovanni GiovannettiAntonio Moresco Una dolce carezza, piccolo angelo mio

Alcune tra le più belle immagini riprese in questo numero sono scatti dell’esploratore, etnologo ed etnografo americano Edward Sheriff Curtis (1868-1952), autore di numerose fondamentali campagne fotografiche tra i nativi nordamericani e di una monumentale opera in venti volumi, The North American Indian (oltre 1.500 fotografie accompagnate da 4.000 pagine di testo; consultabile in rete) pubblicata tra il 1907 e il 1930. Si tratta di una documentazione ampia e di straordinario interesse su tradizioni e cultura materiale dei nativi in anni di forzata decadenza, come i bisonti ormai ridotti a poco più di 40mila (un secolo prima erano oltre un milione), resistenti in anguste riserve.

acquista online Tribù d’Italia

1. La rigenerazione
2. Il dolore animale
3. Il vitello d’oro
4. La fabbrica della cattiveria
5. Che fare?
6. Il miracolo, il mistero e l’autorità
7. Tribù d’Italia
8. Le opere di genio
9. L’adorazione

:::
Antonio Moresco nel catalogo effigie

:::
casa editrice effigie il catalogo

La rigenerazione

14 ottobre 2013

I giorni passano, gli anni passano.
La vita fa il suo corso. Ci manda dei segnali. Inequivocabili, portentosi. Ma non sembra poter fare di più. Non è affar suo.
Se non è affar nostro, figurarsi se è affar suo!

Aa. Vv. La rigenerazione
Il primo amore giornale di sconfinamento n.1

in questo numero
.
Antonio Moresco La rigenerazione
Carla Benedettii La coda della Lucertola
Sergio Nelli Este Jardin
Sergio Baratto Una giornata lavorativa del tardo olocene
Ornela Vorspi Lezioni albanesi
Dario Voltolini La rigenerazione dei tessuti
Gabriella Fuschini Rigenerare la mente affollata
.
Orbite
Tiziano Scarpa La custode
Lara Terzoli Figurazioni
Elfriede Jelinek Lui non come lui
Rainer Werner Fassbinder Il mio migliore amico è il vento
Gianni D’Elia La cometa di Welby
.
A voce
Andrea Tarabbia Conversazione con Antonio Moresco
.
La fascia di Kuiper
Sergio Nelli
L’apicoltore
Il genitore incomprensibile
Maurizio Guerri La conquista dell’inutile
Anna Ruchat Quanti esteri ci sono?

Appello Pasolini Siamo tutti parte offesa. Riaprire il processo Pasolini
Appello Grifi ”Legge Bacchelli” per Alberto Grifi

[acquistabile direttamente in casa editrice]

1. La rigenerazione
2. Il dolore animale
3. Il vitello d’oro
4. La fabbrica della cattiveria
5. Che fare?
6. Il miracolo, il mistero e l’autorità
7. Tribù d’Italia
8. Le opere di genio
9. L’adorazione

:::
Antonio Moresco nel catalogo effigie

:::
casa editrice effigie il catalogo

Le opere di genio

14 ottobre 2013

Pur sapendo di dover morire, gli uomini non si stancano di intraprendere qualche impresa. Invenzioni tecniche, scoperte scientifiche, sogni collettivi, costruzioni sociali, artistiche, poetiche, musicali. Cosa li spinge? C’è qualcosa di prodigioso nella loro ostinazione. «Le opere di genio», come le chiamava Leopardi, hanno perciò una forza rigenerante, che il nostro tempo per lo più nega alla letteratura. Qui la parola “genio” è tabù, mentre la si usa di continuo per lo sport, la pubblicità, il design, il cinema.

Aa. Vv.
Le opere di genio
Il primo amore giornale di sconfinamento n.8

in questo numero
.
Carla Benedetti Le opere di genio
Teo Lorini Five spot. Mezzanotte circa
Jean Paul Manganaro Fellini – Romance
Carla Benedetti Giovanni Giovannetti Come corsari sulla filibusta
Luca Doninelli Rosai, testimone della mia nascita
Roberto Scarpa Sogni d’oro
Giovanni Spadaccini Il «libro che disgusta o disagia i molti»
Serena Gaudino Antigone sono io
.
Orbite
Oe Kenzaburo Io non posso rivivere, non potremo rivivere
Antonio Moresco Pensieri a cranio scoperchiato
Tiziano Scarpa Che cosa può fare una trama
.
Condividere il rischio
Giovanni Giovannetti Sprofondo nord
.
La fascia di Kuiper
Dario Voltolini, Il buco nero
Antonio Moresco, Grande Sertão
Sergio Nelli, Infinite Jest
Marco Rossari, L’impronta della carne
Silvio Bernelli, Il migliore degli inferni possibili
Irene Campari, Il paradigma criminale

acquista online Le opere di genio

1. La rigenerazione
2. Il dolore animale
3. Il vitello d’oro
4. La fabbrica della cattiveria
5. Che fare?
6. Il miracolo, il mistero e l’autorità
7. Tribù d’Italia
8. Le opere di genio
9. L’adorazione

:::
Antonio Moresco nel catalogo effigie

:::
casa editrice effigie il catalogo

La lotta per nascere

13 ottobre 2013

Nove tesi sull’«idiota che ha scritto un capolavoro».

Aa. Vv.
La lotta per nascere
Nove tesi su Antonio Moresco
Tesi di Annalisa Casagrande, Luca Cristiano, Massimo Formica, Jacopo Guerriero, Giampiero Marano, Giovanni Ruatti, Maria Saporito, Andrea Tarabbia e Federico Teani
con l’introduzione di Carla Benedetti
Saggi e documenti

Antonio Moresco è considerato uno dei più grandi scrittori viventi, e proprio per questo è da sempre un autore che si ama visceralmente o si odia.
Questo libro rappresenta il primo punto critico sull’opera, sui temi e sullo stile del controverso autore mantovano, autentico fenomeno di culto nell’Italia letteraria di questi anni.
I saggi contenuti ne La lotta per nascere ripercorrono l’intero arco della produzione moreschiana, commentandola e inquandrandola nel contesto della letteratura di ogni tempo.

acquista online La lotta per nascere
:::
Antonio Moresco nel catalogo effigie

:::
casa editrice effigie il catalogo

Frocio e basta

13 ottobre 2013

FUORI CATALOGO
Carla Benedetti . Giovanni Giovannetti
Frocio e basta
Sacra follia? Pasolini, Cefis, Petrolio . Così muore un poeta
i Fiammiferi

NUOVA EDIZIONE maggio 2016
Frocio e basta
Pasolini, Cefis e i capitoli mancanti di Petrolio
collana il Regisole

:::

Sulla versione ufficiale dell’omicidio di Pasolini si è ricamato per anni con pochi scrupoli di verità. A pochi venne il dubbio che quel traballante e contraddittorio scenario sessuale, fosse una messinscena per coprire un altro tipo di delitto.
Perché una parte della cultura e del movimento gay in Italia si è fatta complice involontaria di un depistaggio durato quasi quarant’anni?
Il brutale massacro di Pasolini (1975) resta uno dei buchi neri della notte repubblicana. Così come l’assassinio di Enrico Mattei (1962) o del giornalista Mauro De Mauro (1969).
Pasolini e De Mauro muoiono forse per la stessa ragione, perché troppo vicini alla verità sull’omicidio di Mattei, che si preparavano a divulgare accusando Eugenio Cefis, successore di Mattei alla presidenza dell’Eni e fondatore della P2.
Di Cefis Pasolini fa un personaggio centrale del suo incompiuto romanzo Petrolio. In lui vede la «mutazione antropologica della classe dominante», quel nuovo Potere finanziario che avrebbe portato alla cattiva società cetuale di oggi, «in un Paese orribilmente sporco».

:::
a proposito di Pier Paolo Pasolini nel catalogo effigie

:::

Roberto Citran nei panni di Giorgio Steimetz autore di Questo è Cefis incontra Pier Paolo Pasolini, interpretato da Massimo Ranieri, nel film La macchinazione

:::
Giovanni Giovannetti nel catalogo effigie

:::
casa editrice effigie il catalogo

La fabbrica della cattiveria

13 ottobre 2013

Il tasso di cattiveria sta crescendo sempre più. Sulla cattiveria si stanno costruendo rendite elettorali e fortune politiche e antipolitiche. Le macchine economiche, mediatiche, sportive e di altro tipo funzionano facendo venire fuori il peggio dalle persone e dal Paese. Ovunque esasperazione, invidia, risentimento, livore, paura. L’Italia di questi anni è la fabbrica della cattiveria.

Aa. Vv.
La fabbrica della cattiveria
Il primo amore giornale di sconfinamento n.4

in questo numero
.
Antonio Moresco La fabbrica della cattiveria
Sergio Baratto Un Paese soffocato dalla propria merda
Luigi Zoja Almachio e il demone
Elio Veltri Cosa Global. Mafia finanza e affari
Teo Lorini Schei + sicurezza. Le due esse del laboratorio veronese
Maria Roselli Le menzogne dell’amianto
Maria Moresco Una fabbrica della cattiveria
.
Orbite
Carla Benedetti Disumane lettere
Andrea Tarabbia Sade o l’effervescenza del sangue
Simone Cattaneo Peace and love
Roberto Scarpa Non valgo niente se non parlo contro
Massimiliano Parente L’evidenza della cosa terribile
Romolo Bugaro La macchina della cattiveria
Giampiero Marano Dante contro di noi
Alessandra Saugo Sassolino Tre piccole crisi isteriche
Tomaso Kemeny Ebdomadario rapsodico
Franco Arminio Cronache dal Paese della cicuta
Alessandra Bonetti Notizie dall’Irlanda
.
A voce
Tiziano Scarpa Conversazione con Gianfranco Bettin
Dario Voltolini Dialogo per e-mail con Luca Rastello
.
La fascia di Kuiper
Sergio Nelli e Tiziano Scarpa, Vite di Collodi
Francesco Venturi, Il crematorio di Parise
Sergio Nelli, Apprendistato per lo sterminio
Teo Lorini, Mangiacani
Teo Lorini e Andrea Tarabbia, I cacciatori della bestia 666
.
Comizi
Simone Weil La prima radice

acquista online La fabbrica della cattiveria

1. La rigenerazione
2. Il dolore animale
3. Il vitello d’oro
4. La fabbrica della cattiveria
5. Che fare?
6. Il miracolo, il mistero e l’autorità
7. Tribù d’Italia
8. Le opere di genio
9. L’adorazione

:::
Antonio Moresco nel catalogo effigie

:::
casa editrice effigie il catalogo