Posts Tagged ‘Rosaria Lo Russo’

Nel nosocomio

19 febbraio 2016

Oggi un nuovo decreto legge ha finalmente stabilito,
e stavolta definitivamente, che non ci conviene uscire dal nosocomio.
Fuori ci svuotano le tasche con le tasse, nessuno ci protegge dagli extracomunitari, fuori romba lo sciame sismico e dai più poveracci anche lo tsunami.

Rosaria Lo Russo
Nel nosocomio
le Ginestre

Allegoria svelatamente scoperta dell’Italia contemporanea, Nel nosocomio restituisce, non troppo metabolizzata, l’allucinazione kafkiana di un Paese per vecchi, la protervia disgustosa della volgarità e dell’ignoranza al potere, dove l’amore per la bellezza è svanito nei vapori goduriosi di quei centri di wellness teledipendenti che hanno sostituito ogni forma civile di aggregazione sociale, dove l’eterna giovinezza apparente del vecchiume imperante uccide ogni giorno i giovani, con lo scippo e lo stillicidio del loro e nostro non futuro.
Nel nosocomio è una tragedia classica negata, mira dritto ad una catarsi impossibile, ogni suo pezzetto è un gesto verbale apotropaico contro un orrore privo di ogni sia pur minimo fascino konradiano, l’orrore della vita affogata nel trash, parodia del kafkismo novecentesco decaduto a ridicolo.
Nella terza parte, Dal dormitorio, si alzano sparute voci di strazio, l’esaltazione disperata che tenta un parziale riscatto nelle repliche di una antologia di Spoon River glocalizzata e alla portata di una audience da successi pop.
Nel nosocomio è il frutto atroce del lutto, del lutto per tutto, e anche del rutto per tutto.

:::
acquista Nel nosocomio su ibs.it «

Rosaria Lo Russo (1964), poetrice (poeta, voce recitante e attrice), traduttrice, saggista.
Per la poesia ha pubblicato Comedia (Bompiani, 1998, con cd), Penelope (d’if, 2003), Lo Dittatore Amore (Effigie, 2004, con cd), Io e Anne. Confessional poems (d’if, 2010, con cd), Crolli (Le Lettere, 2012), Poema (1990/2000) (Zona, 2013).
Ha tradotto le poesie della statunitense Anne Sexton (Poesie d’amore, Le Lettere 1996, Poesie su Dio, Le Lettere 2003, L’estrosa abbondanza, con Edoardo Zuccato e Antonello Satta Centanin, Crocetti 1997).
Da oltre vent’anni presta la voce e il corpo alla maggiore poesia universale tenendo reading-performance in Italia e all’estero.

:::
casa editrice effigie la poesia

:::
casa editrice effigie il catalogo

Rosaria Lo Russo

15 ottobre 2013

Lo Dittatore Amore
Melologhi
le Stellefilanti poesia

Nel nosocomio
le Ginestre

:::

Rosaria Lo Russo (1964), poetrice (poeta, voce recitante e attrice), traduttrice, saggista.
Per la poesia ha pubblicato Comedia (Bompiani, 1998, con cd), Penelope (d’if, 2003), Lo Dittatore Amore (Effigie, 2004, con cd), Io e Anne. Confessional poems (d’if, 2010, con cd), Crolli (Le Lettere, 2012), Poema (1990/2000) (Zona, 2013).
Ha tradotto le poesie della statunitense Anne Sexton (Poesie d’amore, Le Lettere 1996, Poesie su Dio, Le Lettere 2003, L’estrosa abbondanza, con Edoardo Zuccato e Antonello Satta Centanin, Crocetti 1997).
Da oltre vent’anni presta la voce e il corpo alla maggiore poesia universale tenendo reading-performance in Italia e all’estero.

:::
casa editrice effigie la poesia

:::
casa editrice effigie il catalogo

Lo Dittatore Amore

13 ottobre 2013

Se mi vedessi come son bella adesso ch’io-sono

rosaria lo russo

Rosaria Lo Russo
Lo Dittatore Amore
Melologhi
le Stellefilanti poesia

Se mi vedessi come son bella adesso ch’io-sono,
dopo il reo confesso commento, pronubizia
fra di me e la mia parte ancora in manolesta:
ora che la sostengo al mancamento, ora che
la sostento al mutamento, voce in maschera
che permutava sé in figuranti pennose e ora rappella,
assorda all’ordine adesso che veramente mento.

Nell’orrido supermarket dell’inautentico e del similoro in cui ci è toccato di vivere, Rosaria Lo Russo ha scavato, con la sua voce civile, libera e forte di “poetrice”, una galleria verso la verità. E poiché le regole del mercato imponevano qualche acquisto, lei si è servita con innocenza e spavalderia da più scaffali; da quello alto della metrica della Tradizione, all’altro dello scatolame di lusso con citazioni colte: lo ha fatto rimanendo sempre affrancata da ogni debito e servitù. Prevale la vitalità irridente dei “melologhi”, dove si impongono la vocalità e la melodia, aspra o dolcissima. Si oscilla tra la beante alterità mistica e l’atroce discesa nel qui e ora, per fare a pugni con le ipocrisie e lo squallore disarmante dell’oggi, cui si contrappone un lessico che sa accendersi di continui scatti d’invenzione, fino allo sberleffo. Delle straordinarie doti di performer di Rosaria Lo Russo sono offerti nel cd allegato due documenti: Nastro, un collage di testi da poeti e poetesse amate (Arezzo, 1996), e Musa a me stessa (Firenze, 1998).

acquista online Lo Dittatore Amore

Rosaria Lo Russo (1964), poetrice (poeta, voce recitante e attrice), traduttrice, saggista.
Per la poesia ha pubblicato Comedia (Bompiani, 1998, con cd), Penelope (d’if, 2003), Lo Dittatore Amore (Effigie, 2004, con cd), Io e Anne. Confessional poems (d’if, 2010, con cd), Crolli (Le Lettere, 2012), Poema (1990/2000) (Zona, 2013).
Ha tradotto le poesie della statunitense Anne Sexton (Poesie d’amore, Le Lettere 1996, Poesie su Dio, Le Lettere 2003, L’estrosa abbondanza, con Edoardo Zuccato e Antonello Satta Centanin, Crocetti 1997).
Da oltre vent’anni presta la voce e il corpo alla maggiore poesia universale tenendo reading-performance in Italia e all’estero.

:::
casa editrice effigie la poesia

:::
casa editrice effigie il catalogo